Dolci da colazione/ Fluffose

Fluffosa alla vaniglia (chiffon cake)

 

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Perchè la fluffosa è uno stato mentale (cit.) e non c’è cosa più vera, e mentre la mia mente è già verso nuove stagioni, verso un caldo che quest’anno ho la vaga impressione tarderà ad arrivare, verso prati fioriti e cieli azzurri….. ecco che la mia fluffosa si trasforma in un prato fiorito al dolce profumo di vaniglia!
Questa non è una torta, ma è La Torta per eccellenza, che non ha bisogno di troppi fronzoli, di creme varie, ma è buona così com’è, con la sua leggerezza e la sua sofficità, ogni fluffosa racchiude un mondo, in ogni fluffosa c’è un’emozione, ed ogni fetta che si assapora lascia un’impronta ……. no non sto provando a convincervi, so che se siete qui a leggere la ricetta conoscerete già la fama e la sua storia!
La ricetta di questa torta l’ho sbirciata dal blog dolcigusti di Monica Zacchia, apportando delle leggere modifiche, e ho terminatao l’opera con una glassa delicatissima alla vaniglia.
Ingredienti 
Farina 300 gr
Zucchero 300 gr
Olio di semi 130 gr
Acqua tiepida 180 gr
Uova 5
3 cucchiaini di estratto di vaniglia
1 bustina di cremor tartaro
bustina di lievito per dolci
buccia grattugiata di 1 limone
10 gr di succo di limone
Ingredienti per la glassa
Zucchero a velo 125 gr
Panna liquida 40 gr
Estratto di vaniglia 3 cucchiaini
Procedimento
Iniziate setacciando farina,zucchero e lievito.
Unite l’acqua all’olio, emulsionate con una forchetta, e unite alla farina e agli altri ingredienti.
Separate i tuorli dagli albumi, e unite al composto un tuorlo alla volta.
Montate gli albumi a neve fermissima con il succo di limone.
Unite delicatamente gli albumi montati, con movimenti rotatori dal basso verso l’alto.
Versate il composto nell’apposito stampo senza imburrare, o in qualsiasi altro stampo vogliate imburrato.
Cuocete  a 160/170° per circa 35 minuti
Ogni forno ha la propria potenza quindi consiglio di controllare la cottura e fare sempre la prova stecchino.
Sfornate e lasciate raffreddare la torta rovesciata sui piedini dello stampo.
Quando la torta è ormai fredda, preparate la glassa unendo allo zucchero a velo la panna liquida e l’estratto di vaniglia, mescolate bene fino all’assorbimento dello zucchero a velo, e se dovesse risultare troppo densa aggiungete un altro cucchiaio di panna, versate la glassa sulla chiffon cake e decorate a piacere o potete semplicemente lasciarla cosi, farà comunque il suo effetto.

 

 

 

 

 

 

 

1958ea_1c4c542bda644afc830f8b39fb304150-mv2

Please follow and like us:

You Might Also Like

No Comments

Leave a Reply